Chi Sono

Giusy. Nasco negli anni ’90, quando il telefono cellulare diventa un vero e proprio strumento di comunicazione di massa. Sono gli anni in cui il WWW vede la luce come tecnologia circoscritta nell’ambiente scientifico, amministrativo e governativo. Inizio a muovere i primi passi e nel frattempo Internet diventa una tecnologia pubblica e accessibile a tutti. Che conquista! Quando inizio a correre e a parlare (imparando più di 5 parole al giorno e cercando di usare nel contesto giusto) nasce Google e da lì cambia la storia. La nostra storia. Inizia una nuova epoca per tutto il mondo, o quasi, se non fosse che il digital divide è a tutt’oggi una piaga sociale e culturale.

La scoperta del web

All’età di 7 anni imparo a navigare in rete autonomamente, di nascosto dai miei genitori, ricordo ancora con estrema chiarezza il suono della connessione di un modem a 56k.
Qualche anno più tardi scopro il mondo dei forum e del blogging. A 13 anni circa creo il mio primo sito web intestato ai miei genitori, perché minorenne. Cresco e lo faccio cercando di stare al passo con i tempi. Il digitale mi affascina, navigo e scopro un mondo fatto di musica e film, di cultura e intrattenimento. Durante l’adolescenza conosco decine di persone online con interessi in comune, alcuni delle quali diventeranno e resteranno ad oggi tra i miei amici più cari.

Penso Digitale

Studio e mi laureo a Bologna in Comunicazione con una tesi in Sociologia della Comunicazione che ha avuto ad oggetto il cyberself e il valore della comunicazione non ostile in rete. L’idea di scegliere questo argomento nasce dal Manifesto della Comunicazione Non O_Stile, che è affisso qua e là tra gli ambienti in cui vivo (studio, cucina, scrivania dell’ufficio).
Durante gli studi cerco attivamente lavoro nel mio campo e lo trovo in una micro impresa nel settore bisnestubisnes in cui resto per due anni e mezzo, occupandomi di comunicazione digitale (sito web, social media marketing, vendita di servizi B2B), poi capisco che quel posto mi sta stretto e voglio di più.

Di cosa mi occupo nella quotidianità

Da gennaio 2019 sono Media Consultant presso la prima Internet Company nazionale, ItaliaOnline SpA dove mi trovo finalmente immersa in quella che è la dimensione a me più consona: il mondo dell’advertising tradizionale e digitale, quello della comunicazione e relazione quotidiana face-to-face.

Insomma, fare una summa è difficile, ma a grandi linee ho compreso che non posso fare a meno della penna e della tastiera per digitare. Per questo nasce Penso Digitale. Uno pseudo-blog fatto di pagine e argomenti ancora da trattare, dove la volontà è quella di condividere aspetti del mio lavoro quotidiano, aneddoti, storie e pensieri.

Storytelling… che passione!