fbpx

Marketing dell’ascolto. Clubhouse non è un social per vecchi

Clubhouse, nato nel 2020, è un social network basato unicamente sullo scambio istantaneo di messaggi audio. Solo gli utenti in possesso di un invito possono entrare in apposite rooms tematiche (o crearne di nuove) per dar vita a conversazioni di gruppo o “segrete”. In quanto amante e studiosa della comunicazione digitale e dei processi mediali in tutte le sue forme ho scaricato l’app a fine marzo 2020. All’inizio ciò che mi ha colpito di primo acchito fu il fatto che per entrare a far parte di questa social app non era necessario il semplice download e iscrizione gratuita.  Le strade sono due: bisogna inserirsi in una lista d’attesa sul blog ufficiale di ClubHouse o ricevere un invito da un membro della community, o da un contatto della propria rubrica che ha già l’account attivo a patto che abbia ancora uno dei 4 “pass” per farti entrare.

Un’altra vittima di femminicidio. Lettera aperta ad Emma Pezemo

Bologna si è tinta di rosso con il sangue di Emma Pezemo, una giovane donna studentessa originaria del Camerun. È innegabile, è una sconfitta per tutti: per l’ Università di Bologna, per lo studentato in cui risiedeva, per la città che l’ha accolta per studiare, crescere, formarsi e avere un futuro migliore.

FacebookLinkedInInstagram